Fisco, oggi è il tax day: da Irpef a iva quasi 80 scadenze

Dopo il pagamento a metà mese di IMU e TASI arriva oggi il secondo tax day. Quest’anno infatti le due scadenze sono state separate mentre fino all’anno scorso erano riunite nell’unica data del 16 giugno. Sono un’ottantina gli adempimenti che scadono oggi e che porteranno in tutto nelle casse dello Stato, ha calcolato il Sole 24 Ore, oltre 60 miliardi di euro. Si parte con il saldo per il 2016 e l’acconto per il 2017 di IRES e IRAP e con la presentazione della dichiarazione dei redditi per più di 11 milioni di contribuenti. La scadenza IRPEF vale per chi presenta la dichiarazione cartacea e per i ritardatari c’è la possibilità di far slittare il pagamento di 30 giorni pagando una maggiorazione dello 0,4%. Per la dichiarazione precompilata invece o per quella presentata tramite CAF e professionisti il termine, inizialmente fissato al 7 luglio, è stato spostato al 24 luglio. Sempre oggi si pagano le addizionali IRPEF regionale e comunale. In termini di gettito la parte del leone la farà l’IVA dalla quale dovrebbero arrivare all’erario oltre 30 miliardi. Chi non ha versato il saldo 2016 entro il 30 marzo può farlo entro oggi pagando anche qui una maggiorazione dello 0,4%. Sono chiamati alla cassa anche i giovani lavoratori autonomi che applicano il regime dei minimi e che devono pagare un’imposta del 5% sulle fatture del 2016. Stessa scadenza per artigiani, commercianti e professionisti che hanno scelto il regime forfettario agevolato. Sempre oggi inoltre va versata la cedolare secca sugli affitti sia per chi ha scelto il versamento in un’unica soluzione sia per chi ha optato per la rateizzazione. Oggi è anche l’ultimo giorno disponibile per dichiarare che non si possiede un apparecchio televisivo e ottenere l’esenzione dal pagamento del canone Rai per il secondo semestre dell’anno.


  • TAG
Autoplay