Allerta virus, sospensione pagamento tasse in zona rossa

25 feb 2020

La prima misura concreta contro l'impatto economico del coronavirus è la sospensione del pagamento delle tasse, comprese le cartelle esattoriali, fino al 31 marzo negli 11 comuni tutti in Lombardia tranne Vo Euganeo, in Veneto, della cosiddetta zona rossa, cioè il centro del focolaio dell'infezione. Il blocco dei versamenti dei tributi vale per cittadini e imprese. Ma altri interventi sono sul tavolo, perché il timore che le misure sanitarie per contenere l'epidemia possano dare un duro colpo alle regioni più ricche d'Italia e trascina l'intero Paese verso la recessione, è alto. Il Ministro del tesoro, Roberto Gualtieri ha annunciato la sospensione del pagamento delle rate dei mutui e altri aiuti sono allo studio. Nel menù che dovrebbe contenere il decreto, atteso nelle prossime ore, c'è lo stop alle bollette di luce e gas. La cassa integrazione per i lavoratori delle imprese costrette a chiudere, accesso facilitato per le aziende ai finanziamenti e contributi per la ripresa delle attività. Si valutano anche indennizzi per chi, per esempio, ha sospeso la produzione e ha subito danni. Il tutto sempre limitato alle località in isolamento. Per l'insieme delle regioni coinvolte la stima del costo delle misure restrittive è appena iniziato. Non c'è quasi alcun settore, da quello agricolo a quello del turismo, che non lamenti ripercussioni economiche. Stime che, ovviamente, sono in divenire, perché l'entità delle ricadute negative dipende da quanto durerà l'emergenza. Il problema è che l'economia italiana era già cagionevole, a prescindere dal coronavirus. L'ultimo trimestre del 2019 è andato male il prodotto interno lordo è stato negativo. Se anche tra gennaio e marzo ci sarà una contrazione, saremmo in recessione. Per l'intero 2020 poi la crescita è prevista molto fiacca, quindi non è remota l'ipotesi che a fine anno finiremo col segno meno. Tutto questo mentre si avvicina l'appuntamento di aprile, quando si dovrà iniziare a pianificare la nuova legge di bilancio. Una nuova partita con l'Europa, con la richiesta di maggiore flessibilità sui conti pubblici è all'orizzonte.

pubblicità