Benzina e bollette più leggere,conseguenze del coronavirus

08 feb 2020

L'impatto del coronavirus sull'economia mondiale può essere ben rappresentato dall'immagine delle navi che trasportano gas liquido, al largo dei mari cinesi senza più una precisa destinazione. Secondo quanto riporta il Financial Times i cinesi minacciano di annullare il 70% delle importazioni di gas via mare a febbraio e avrebbero già respinto almeno 10 carichi dalla sola Royal Dutch Shell, opponendo la causa contrattuale di forza maggiore. Il che significa che intendono annullare gli ordini senza pagare penali. Questo minor consumo da parte dei cinesi, comporta un eccesso di prodotto sul mercato. Gli stoccaggi in Europa sono già saturi, anche a causa dell'inverno mite e del forte incremento di produzione da parte degli Stati Uniti. Il risultato potrebbe essere positivo, almeno nell'immediato, per i consumatori. Nelle bollette di luce e gas che riceveremo da aprile, ci spiega Davide Tabarelli di Nomisma Energia, potremo avere un risparmio del 2 3%, circa 50 euro all'anno a famiglia. Stesso dicasi per il prezzo del petrolio. Secondo gli analisti di Bloomberg la domanda della Cina è scesa del 20%, portando un crollo della quotazione del prezzo del Brent, sceso per la prima volta da un anno sotto i 55 dollari al barile. Al momento il risultato è stato il taglio del costo di diesel e benzina di 1 o 2 centesimi al litro alla pompa da parte delle principali compagnie petrolifere. Secondo Tabarelli questo calo dei prezzi dell'energia porterà un risparmio per l'Italia dicirca 5 miliardi di euro. Soldi che però potrebbero non entrare direttamente in circolazione nell'economia del Paese e qui iniziano le cattive notizie. In un clima di sfiducia, gli italiani preferiscono i risparmi alla spesa. A ciò si aggiunga che con l'economia cinese si ferma anche l'export verso quel Paese che si traduce per l'Italia, ad esempio, in una frenata nella produzione dei beni di lusso e un'ulteriore battuta d'arresto della produzione di auto tedesche. I modelli diesel destinati principalmente al mercato asiatico, avranno un'ulteriore frenata che porterà ripercussioni sull'economia di tutta l'Europa.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.