Coronavirus, in arrivo decreto con aiuti per 3,6 miliardi

02 mar 2020

Il primo decreto con le misure d'emergenza per le zone colpite dal Coronavirus non basta, così, entro la settimana, il Governo ne ha annunciato un secondo con cui arriveranno 3,6 miliardi di euro per tentare di sostenere l'economia, soprattutto i settori più colpiti dalle limitazioni imposte per evitare la diffusione del contagio. Il decreto, approvato venerdì scorso, metteva in campo aiuti per 900 milioni di euro, mirati, quasi solo, alla cosiddetta zona rossa, cioè i comuni del Lodigiano e del Veneto dove si sono registrati i primi focolai e che sono stati messi subito in quarantena. Sospensione delle rate del mutuo, delle cartelle esattoriali, delle bollette, dei versamenti contributivi, cassa integrazione ordinaria e in deroga, sono alcuni dei provvedimenti presi. Con il decreto, che arriverà entro venerdì, scatterà quella del ministro Gualtieri ha chiamato la fase 2. Gli aiuti saranno diretti a tutti i territori colpiti dall'emergenza e gli interventi dovrebbero, in parte, ricalcare quelli già presi per la zona rossa, come ad esempio il rafforzamento degli ammortizzatori sociali, con la possibilità, per i settori più colpiti, di ricorrere alla cassa integrazione in deroga. Dovrebbero arrivare anche indennizzi in denaro per le attività economiche più colpite, nel primo decreto erano stati stanziati 500 euro al mese per un massimo di 3 mesi per: lavoratori autonomi, commercianti, artigiani e collaboratori costretti a sospendere la propria attività. Tra le misure, probabilmente, ci saranno anche interventi destinati a rafforzare il sistema sanitario messo in crisi dall'emergenza e dare sostegno al turismo, un credito di imposta per le imprese più danneggiate, riduzioni di tasse ed esonero dagli adempimenti fiscali e contributivi. Per autorizzare una spesa che farà aumentare il nostro deficit dello 0,2% servirà prima il via libera del Parlamento e, ovviamente, anche l'okay di Bruxelles e l'Europa dovrà essere protagonista anche di una eventuale fase successiva al decreto per coordinare interventi a livello comunitario.

pubblicità