Coronavirus, mercati in netto calo tra Bce ed effetto Trump

12 mar 2020

Per l’Europa è la peggiore seduta di sempre. In un momento in cui anche l'esercizio della previsione, di fronte alla pandemia, ha poco senso, gli investitori viaggiano a vista, senza direzione. Piazza affari lascia sul terreno il 16%. Ma non fanno meglio le altre, con Francoforte in calo di 12 punti percentuali. L'unica freccia verde è quella dell'indice che misura la volatilità, il cosiddetto Vix salito di quasi 30 punti percentuali. Lo spread, ovvero la differenza tra quanto rende un titolo di stato decennale italiano rispetto al punto di riferimento tedesco, vola, dopo le parole della Lagarde, a segnalare che chi investe nel nostro Paese è stato ben poco tranquillizzato dalla Banca Centrale Europea. Influenza le borse anche la decisione di Trump di vietare i viaggi negli Stati Uniti agli europei, decisione presa senza consultare Bruxelles e che ha buttato a terra tutti i titoli del comparto aereo con le compagnie americane ed europee in calo del 15%, da Delta Airlines a Deutsche Lufthansa.

pubblicità
pubblicità