Coronavirus, Oms: grandi progressi, ma non abbassare guardia

19 feb 2020

Si chiama “Epicentro: 24 ore a Wuhan” il documentario realizzato dalla TV cinese che mostra lo scoppio del coronavirus a Wuhan e la sua rapida diffusione. Soprattutto le immagini descrivono come l'epidemia abbia avuto in questi due mesi un impatto pesante sulla vita quotidiana di milioni di persone. Un filmato che enfatizza e rende omaggio anche agli eroici sforzi del personale medico, in prima linea nella battaglia al virus. Medici e infermieri hanno pagato con la vita la loro abnegazione. Ultimo, il primario dell'ospedale della città, morto a soli 51 anni. L'impatto ora nella provincia sta flettendo, diminuisce il ritmo dei contagi e dei decessi, ripetono le autorità, ma l'OMS non canta ancora vittoria e rimane cauta. Sono stati fatti enormi progressi, dice, ma è ancora presto per abbassare la guardia. Dall'inizio dell'epidemia, a metà dicembre, intere città sono state sigillate, come Wuhan, la città martoriata dal virus, e intere famiglie segregata a casa. La vita sotto coronavirus è una vita isolata, sedentaria e iper controllata. Questa famiglia di Wuhan sta bene, ma passa le sue giornate uscendo poco, davanti alla televisione. Tutto fuori e dentro l'abitazione deve essere sterilizzato e controllato. Tian Yan ha 18 anni e ora per fortuna ha iniziato a seguire i corsi online a scuola, altrimenti, dice, passavo le giornate a giocare a scacchi o sdraiato sul letto. Ha fatto commuovere il dramma della famiglia del regista Chang Kai, decimata dal contagio reciproco a causa dell'auto-isolamento imposto quando gli ospedali esplodevano. Sono morti uno dopo l'altro lui, sua sorella, la madre, il padre e ora è critica la moglie. Wuhan si è poi mobilitata rapidamente. Per far fronte alla domanda, è nato in soli 10 giorni questo ospedale d'emergenza. Un miracolo, mille posti letto. Il lavoro dei medici e infermieri è senza sosta e con alti standard di sicurezza. La solidarietà non è mai venuta meno. Una rete di studenti volontari provenienti da tutto il mondo si è data da fare per aiutare i residenti.

pubblicità

Vuoi vedere altro ?

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.