Emergenza virus, FDA pronta ad autorizzare vaccino Moderna

16 dic 2020

Mentre in Europa si attende il via libera per il primo vaccino, negli Stati Uniti la Food and Drug Administration, che nel territorio americano si occupa di approvare i cibi e farmaci, è pronta a dare il suo secondo sì all'uso d'emergenza. Questa volta all'azienda Moderna. Il comitato consultivo dovrebbe riunirsi giovedì e votare in serata, consigliando al board della FDA di autorizzare anche questo vaccino, che già da lunedì potrebbe essere disponibile sul territorio americano. Il vaccino di Moderna, che può contare sulla stessa tecnologia di quello di Pfizer, che si basa sull'RNA messaggero e che sarebbe efficace al 94.1%, avrebbe però una carta in più rispetto al concorrente: l'azienda, con sede a Boston, nelle scorse ore ha infatti presentato dei documenti aggiuntivi alla propria richiesta, evidenziando che il proprio vaccino, rispetto a quello di Pfizer, sarebbe in grado di prevenire completamente l'infezione schermando l'organismo dall'attacco del virus. Un vantaggio in più per Moderna rispetto al vaccino di Pfizer, che riuscirebbe soltanto a prevenire infezioni sintomatiche, ma non ad escludere un'infezione asintomatica e dunque una possibilità ancora di diffondere il virus. E mentre gli Stati Uniti continuano le prime vaccinazioni, che dovrebbero raggiungere 3 milioni di americani nel giro di un mese, gli esperti e le istituzioni hanno iniziato a sensibilizzare la popolazione e a sottoporsi alla somministrazione, cercando di convincere gli scettici. Un recente sondaggio, effettuato su 1700 americani, ha infatti evidenziato che il 39% di questi preferirebbe aspettare per vedere a quali effetti indesiderati si vada incontro prima di decidere di sottoporsi alla somministrazione. Un vaccino che comunque non mitigherà la situazione nel breve periodo negli Stati Uniti, dove sempre più stati e città vanno verso il lockdown. A New York il sindaco de Blasio ha confermato che una chiusura totale dovrebbe essere inevitabile e potrebbe entrare in vigore subito dopo Natale.

pubblicità