Il Papa a Cipro: abbattiamo i muri della paura

03 dic 2021

Primo volo internazionale di Papa Francesco con la nuova compagnia ITA che sostituisce l'Alitalia. Per il suo 35mo viaggio apostolico Francesco ha scelto Cipro un'isola divisa in due da check point e filo spinato dopo l'invasione turca del 1974 e poi la Grecia dove andrà anche in un campo migranti di Lesbo, isola dove era già stato nel 2016 riportando in aereo con sé dei migranti, cosa che probabilmente farà, anche se in modo diverso, anche questa volta. Situazioni che in aereo, prima di salutare uno ad uno i giornalisti, ha definito piaghe: "É un viaggio bello e anche toccheremo delle piaghe, io spero che tutti noi possiamo accogliere tutti i messaggi che troveremo." Il primo appuntamento arrivando a Cipro è con la Chiesa cattolica, Cipro fu con San Paolo e Barnaba porta d'ingresso del Cristianesimo in Europa e nella cattedrale maronita Bergoglio lancia un grido di allarme: l'Europa vive una profonda crisi di fede, dice, occorre ricominciare ad annunciare il Vangelo come nei primi tempi e farlo soprattutto alle giovani generazioni. E parlando dei migranti, Cipro ne ha in percentuale il più alto numero in tutta Europa, segnala che abbiamo bisogno di una Chiesa paziente dalle braccia aperte per accogliere chi giunge da altre rive del mondo. Poi Francesco arriva qui nel palazzo presidenziale dopo i saluti iniziali, l'incontro con il Presidente a porte chiuse, poi l'incontro con la società, i politici, le autorità di questo Paese il primo discorso politico alla nazione. Il Papa torna a parlare dei migranti poi definisce una terribile lacerazione il muro di divisione, simbolo dei tanti muri della paura, del continente. "Il continente europeo ha bisogno di riconciliazione, ha bisogno di unità, ha bisogno di coraggio e di slancio per camminare avanti, perché non saranno i muri della paura e i veti dettati da interessi nazionalisti ad aiutarne il progresso e neppure la sola ripresa economica potrà garantire sicurezza e stabilità." E nel secondo giorno del viaggio a Cipro il Papa ha fissato tre appuntamenti: il primo con la Chiesa ortodossa, poi la grande messa allo stadio, infine una preghiera con i migranti.

pubblicità
pubblicità
SCOPRI VOICE
SCOPRI VOICESCOPRI VOICE
Attualità, inclusion, sostenibilità, diritti. Raccontiamo il cambiamento, un video alla volta. Scopri Voice, il nuovo progetto editoriale di Sky Tg24
GUARDA ORA