Incidente aereo in Iran, 177 vittime

08 gen 2020

168 passeggeri e 9 membri dell'equipaggio. Non si è salvato nessuno delle persone a bordo del Boeing 737 dell'Ukraine Airlines, precipitato questa mattina poco dopo il decollo dall'aeroporto iraniano di Teheran, molto probabilmente a causa di un incendio ad un motore, secondo quanto detto all'agenzia di stampa iraniana da un funzionario del Ministero delle infrastrutture stradali dell'Iran. A rendere noto il bilancio è stato il Presidente ucraino Zelens'kyj, che intanto ha annullato la sua visita in Oman per tornare a Kiev quanto prima. Non si tratta di terrorismo, ma di un incidente, ha confermato l'ambasciata Ucraina a Teheran. Sull'aereo c'erano 11 cittadini ucraini, compresi i 9 membri dell'equipaggio, 82 iraniani e 63 canadesi. Dalle prime informazioni sembra che il pilota abbia perso il controllo del velivolo, dopo che un incendio è scoppiato a uno dei motori. Ancora non si sa cosa abbia provocato le fiamme sul Boeing. La scatola nera che è stata recuperata chiarirà molto probabilmente cosa è accaduto.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.