Living Planet, scienziati e satelliti per la Terra

13 mag 2019

L'allarme arriva da chi ha fatto dello spazio la sua missione di vita. Dobbiamo fare qualcosa per cercare di fermare questi cambiamenti climatici che sono provocati dall'uomo e dobbiamo farlo il più presto possibile. La speranza e le possibili risposte sono riposte nella carica degli oltre 4000 partecipanti a Living Planet, il più grande simposio sull'osservazione della terra dell'Agenzia Spaziale Europea, in corso a Milano. Scienziati, ricercatori, esponenti del mondo dell'industria e delle istituzioni, riuniti per prendere il polso al nostro pianeta e al suo stato di salute, grazie all'occhio vigile dei satelliti e alle informazioni trasmesse dallo spazio. Oggi abbiamo circa 25 variabili climatiche sulle 50 del contesto delle Nazioni Unite sul clima che vengono monitorate permanentemente con satelliti. Parametri dove gli scienziati lavorano, usando dati dell'osservazione della terra dei nostri satelliti in collaborazione con il mondo politico, con chi deve prendere decisioni su questo tema importante. Attività e servizi che vedono l'Italia in prima fila, grazie anche a strumenti di nuova concezione e di altissima tecnologia, come il satellite dell'Agenzia Spaziale Italiana, Prisma, lanciato a fine marzo e che ha cominciato a inviare le prime immagini. È un oggetto innovativo, un oggetto che contribuirà in maniera molto importante ai programmi europei perché è la prima volta che in Europa facciamo osservazione attraverso strumenti iperspettrali. Lo spazio come ricetta comune per trovare soluzioni ai problemi che ci riguardano tutti da vicino, anche grazie alle nuove generazioni. Sono 2000 gli studenti di scuole primarie e secondarie che hanno risposto alla chiamata del Living Planet di Milano.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast