Morte Soleimani, reazioni internazionali al raid americano

04 gen 2020

La bandiera a stelle e strisce è la firma di Donald Trump su Twitter. Con orgoglio rivendica la morte del generale iraniano Soleimani, mente del regime. Avremmo dovuto ucciderlo molti anni fa, ha ucciso e ferito gravemente migliaia di americani, ha twittato. La risposta irachena invece è questa. In migliaia in piazza per le esequie di Soleimani. Arrivano le altre risposte, sempre via Twitter da Teheran, dalla guida suprema Ali Khamenei, dal premier Rouhani e dal ministro degli esteri Zarif. L'Iran promette di vendicare la morte della mente di tutte le più importanti operazioni militari nel momento e nel luogo più opportuni. Dura rappresaglia è la minaccia di Khamenei. L'ambasciatore di Teheran all'ONU, dagli Stati Uniti un attacco terroristico. Il supremo Consiglio di sicurezza dice, l'America non eviterà gli effetti di questo errore. Il presidente siriano Bashar al-Assad sostiene, il ricordo del martire rimarrà immortale nella coscienza del popolo siriano. Il segretario di stato americano Mike Pompeo bacchetta gli alleati europei. Francamente non sono stati così disponibili come avrei voluto che fossero, dice. Gli inglesi, i francesi, i tedeschi, tutti devono capire che ciò che abbiamo fatto, ciò che hanno fatto gli americani ha salvato vite umane anche in Europa. Europa che esprime preoccupazione. La cancelliera tedesca Merkel sostiene, Soleimani era segnalato anche nelle liste dell'Unione europea come terrorista. Anche dal Cremlino tensione per il rischio escalation della violenza. Rischio ritorsioni soprattutto in Israele. Il premier uscente, Netanyahu si è congratulato con Trump per aver agito in modo rapido, vigoroso e deciso, osservando che anche gli Stati Uniti hanno diritto come Israele all'autodifesa. Il segretario generale dell'ONU Guterres avverte, il mondo non può permettersi un'altra guerra del Golfo.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.