Papa: Il Virus? Non cantiamo vittoria, rispettiamo le regole

07 giu 2020

Angelus in piazza San Pietro, i fedeli distanziati e ancora non troppo numerosi e il Papa tornato ad affacciarsi alla finestra del suo studio parla del coronavirus chiedendo di continuare a fare attenzione. La vostra piccola presenza in piazza è segno che in Italia la fase acuta dell'epidemia è superata, ma state attenti, non cantare vittoria prima, non cantare troppo presto vittoria, anche rimane la necessità di seguire con cura le norme vigenti, perché sono norme che ci aiutano a evitare che il virus vada avanti. E se in Italia si è superata la fase di emergenza in altri paesi no e Francesco fa un riferimento alla sua America latina e, pur senza nominarlo, al Brasile. Purtroppo in altri Paesi, io penso in alcuni, il virus sta facendo ancora tante vittime, venerdì scorso in un Paese è morto 1 al minuto, terribile.

pubblicità
pubblicità