Per la Cina il focolaio di Pechino è sotto controllo

18 giu 2020

Il focolaio del mercato di Pechino, che dopo due mesi a zero contagi, ha causato, nella capitale cinese, oltre cento casi di Covid-19, sarebbe sotto controllo. Ad annunciarlo è stato il capo epidemiologo del Centro Nazionale di Controllo e Prevenzione delle Malattie. Nuovi contagi potrebbero comunque emergere nelle prossime ore, hanno spiegato le autorità, ma le stringenti misure, applicate nella città, dovrebbero arginare la diffusione dell'epidemia. La causa delle recenti infezioni non è ancora chiara e per la Commissione per la Sanità cinese, mancano le prove per sostenere l'ipotesi della diffusione attraverso i prodotti alimentari venduti nel mercato all'origine del focolaio. L'Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha chiesto alla Cina di indagare a fondo sui nuovi casi, guarda intanto con preoccupazione all'America Latina che ha dichiarato nuove epicentro della pandemia, con un milione e mezzo di contagi. È da poco stato ricoverato in ospedale, dopo essere risultato positivo al virus, il Presidente dell' Honduras, Juan Orlando Hernández. Il Brasile continua le riaperture di mercati, commerci e attività dopo un rallentamento del tasso dei contagi per la terza settimana consecutiva, benché il numero dei casi abbia comunque raggiunto il milione. Numeri in miglioramento arrivano anche dalla Russia, che nelle ultime 24 ore ha registrato il dato più basso in un mese e mezzo. La Francia si prepara a riaprire, la settimana prossima, la Tour Eiffel, gli accessi saranno però limitati. Un segnale positivo arriva anche da Hong Kong, dove i cittadini hanno affollato, per la prima volta dopo mesi, il Disneyland locale, anche qui accessi limitati, distanziamento sociale obbligatorio e mascherine.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast