Presidenziali Francia, Hidalgo candidata dei socialisti

14 ott 2021

Un'investitura non per forza vuol dire vittoria. Lo sa bene Anne Hidalgo, la sindaca di Parigi che in queste ore riceve il pieno mandato dal suo partito, il Partito Socialista, come candidata per le elezioni presidenziali del prossimo anno. Tutto senza passare per delle vere primarie come denuncia il suo unico avversario interno Stephane Le Folle, ma soprattutto senza avere, stando ai sondaggi attuali, nessuna chance neanche di arrivare al ballottaggio. Gli ultimi rilevamenti sono per lei impietosi, Hidalgo rischia di non andare oltre il 5%, ma lei non è una donna nuova a sfide impossibili. Nata nella Spagna franchista, ad appena due anni, nel 1961, scappò con la sua famiglia in Francia, a Lione. La madre era una sarta, il padre un elettricista e un sindacalista. Non a caso la giovane Hidalgo, dopo la laurea in legge, ha ricevuto i primi incarichi nella funzione pubblica su questioni riguardanti l'occupazione, fino ad approdare al Ministero del Lavoro quando Ministro era un'altra donna del Partito Socialista che adesso la sostiene con forza: Martine Aubrey. Nel 2001 inizia invece la sua scalata al comune di Parigi, prima candidandosi per due volte senza mai vincere come rappresentante del 15 Arrondissement in cui vive, e poi nel 2014 con l'appoggio dell'uscente Bertrand Delanoi l'incoronazione a sindaco della capitale francese, prima donna a ricoprire questo ruolo. Lo scorso 12 settembre invece l'annuncio della corsa per l'Eliseo con lo slogan "costruire una Francia più giusta", dove più giusta sta anche per più paritaria, magari una Francia pronta ad avere il suo primo Presidente donna. Ma i tempi non sembrano ancora maturi, sia che si guardi a destra dove Marine Le Pen arranca anche lei per arrivare al ballottaggio insidiata dal giornalista e saggista Eric Zemmour che ha ancora non ha ufficializzato la sua candidatura ma già seduce buona parte dell'elettorato più estremista, sia che si guardi a sinistra dove l'Hidalgo al momento è a fatica sesta nei sondaggi nazionali e rischia di fare ancora peggio di Segolene Royal nel 2007. E tra queste due donne, protagoniste in difficoltà dell'arena politica francese, c'è un uomo che osserva e vede la strada per il ballottaggio spianata: il Presidente Emmanuel Macron.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast