Trump attacca Theresa May. La Brexit: un disastro

09 lug 2019

Donald Trump passa al contrattacco e apre la crisi diplomatica con la Gran Bretagna. Dopo le rivelazioni di giudizi poco lusinghieri sul suo conto da parte dell'Ambasciatore britannico a Washington, Kim Darroch, Trump ha dichiarato che non avrà più niente a che fare con lui e gli ha revocato l'invito a una cena organizzata in onore dell'emiro del Qatar. Poi, via Twitter, ha attaccato Theresa May. "Sono stato molto critico sul modo in cui la Gran Bretagna e la Premier Theresa May, hanno gestito la Brexit" ha scritto il Presidente americano. "Che disastro hanno creato lei e i suoi rappresentanti. L'avevo detto come si doveva fare, ma ha deciso di fare diversamente". E ancora "La buona notizia per il meraviglioso Regno Unito è che avranno presto un nuovo Primo Ministro". E poi aggiunge "Nella magnifica visita di stato a Londra, il mese scorso, è stata la regina ad impressionarmi di più". La dura presa di posizione arriva dopo che la May aveva ribadito il pieno sostegno al proprio ambasciatore, pur dichiarando di non condividerne le opinioni. Niente scuse ufficiali, quindi, da parte della Gran Bretagna. "Abbiamo sottolineato l'importanza che l'Ambasciatore possa esprimere dichiarazioni oneste e senza fronzoli, sulle politiche del Paese", ha fatto sapere Downing Street. Nei giorni scorsi la stampa britannica aveva rivelato una serie di comunicazioni riservate dell'ambasciatore Darroch, che aveva definito l'amministrazione americana come goffa e inetta, gestita da un uomo insicuro e incompetente al quale bisogna parlare in modo semplice, quasi ottuso, ma che potrebbe vincere di nuovo nel 2020 grazie a una base elettorale quasi esclusivamente bianca.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.