Uk, tre milioni e mezzo di terze dosi alla settimana

30 nov 2021

Lo ripete in ogni occasione possibile il Premier britannico Boris Johnson: l'arma a nostra disposizione contro la variante Omicron è il vaccino e una conseguente campagna di vaccinazione, che ora più che mai deve riprendere vigore e ritornare ai ritmi della primavera scorsa. Il Regno Unito si appresta a raggiungere il primo anniversario dalla prima dose somministrata puntando ad offrire tre milioni e mezzo di terze dosi alla settimana, una media di mezzo milione al giorno. La platea è infatti stata allargata a tutti i maggiorenni ed è stata accorciata a tre mesi la distanza dalla seconda iniezione. Per riuscire a proteggere tutti gli adulti entro fine febbraio - ha spiegato il Premier - sarà necessario, per una volta, il sostegno dell'esercito accanto al personale sanitario. Insieme ai grandi centri vaccinali anche le farmacie saranno in prima linea nel fornire la terza dose. Intanto in giornata la Camera dei Comuni ha approvato le misure proposte dal Governo per arginare il rischio di diffusione di contagi: reintroduzione della mascherina obbligatoria in alcuni luoghi chiusi come mezzi pubblici, supermercati, parrucchieri - nessuna restrizione al momento prevista per pub e ristoranti - e la quarantena per chi arriva dall'estero fino all'esito del tampone molecolare che si può fare appena arrivati sul suolo Nazionale. Dal Ministro della Salute Sajid Javid un'altra indicazione significativa: un ruolo importante nei prossimi mesi potrebbero giocarlo anche gli antivirali che l'Ente del Farmaco inglese ha già approvato nelle scorse settimane.

pubblicità
pubblicità
SCOPRI VOICE
SCOPRI VOICESCOPRI VOICE
Attualità, inclusion, sostenibilità, diritti. Raccontiamo il cambiamento, un video alla volta. Scopri Voice, il nuovo progetto editoriale di Sky Tg24
GUARDA ORA