Vaccino, stop ad Astrazeneca in Danimarca

14 apr 2021

È il primo paese al mondo a decidere di non utilizzarlo. La Danimarca non somministrerà più il vaccino AstraZeneca. Lo stop definitivo arriva più di un mese dopo la sospensione dell' 11 marzo scorso. Una decisione presa perché la pandemia nel paese, spiega l'Agenzia Nazionale per la salute in un comunicato, è sotto controllo e c'è disponibilità di altri vaccini. Ai circa 150 mila che hanno già ricevuto la prima dose sarà offerto un altro vaccino e alle persone in attesa è stata annullata la prenotazione, ha spiegato il Direttore dell'Agenzia. Nessun contrasto con l'EMA, aggiunge, la decisione è stata presa in base alle necessità e alle condizioni attuali del nostro paese. I benefici del vaccino AstraZeneca superano gli effetti dannosi, dice ancora, ma in una campagna di vaccinazione di massa è importante la fiducia. Una decisione che fa slittare il calendario di almeno due settimane per la prima dose, le persone di età superiore ai 50 anni riceveranno ora la prima dose dal 21 di maggio, la seconda dose a fine giugno, tre settimane dopo la data prevista inizialmente. Una data a cui si guarda anche per le riaperture. Potremo pensare ad una Danimarca aperta quando tutti gli ultracinquantenni saranno vaccinati, aveva detto a marzo, la premier Danese. Intanto si attende la decisione su Johnson & Johnson, un'eventuale stop al vaccino Statunitense rischierebbe di allungare ancor di più i tempi. La Danimarca ha ordinato oltre 8 milioni di dosi.

pubblicità
pubblicità