Grillo precisa: mai detto che servono uomini forti

22 gen 2017

Donald Trump ciclone anche nella e sulla politica italiana. Tra detrattori e sostenitori che incrociano le armi, polemiche e proteste che viaggiano tra strade, cortei, web, tv e carta stampata in tutto il mondo, polemiche e discussioni che animano anche la contesa politica nostrana. Trump in asse con Vladimir Putin, in barba alla vecchia e superata guerra fredda. “Con la loro politica, quella dei due Presidenti delle superpotenze mondiali – dice Beppe Grillo – si aprono scenari di pace e distensione”. Parole che aprono, però, più di una polemica, appunto, perché il leader pentastellato precisa a stretto giro l’intervista rilasciata a Le Journal du Dimanche, laddove era emersa una frase più forte. È proprio il caso di dirlo: ci risiamo con i traduttori traditori, spiega. “Non ho mai detto che servono uomini forti come Trump e Putin, piuttosto ho spiegato come la presenza di due leader politici di grandi Paesi come USA e Russia, predisposti al dialogo, sia un punto di partenza molto positivo perché apre a scenari di pace e distensione”. Il numero uno del Movimento non fa mistero delle critiche alla politica estera di Obama, parlando, ad esempio, di idea sensata e da imitare, a suo avviso, quella del neo Presidente degli Stati Uniti, di riportare l’attività economica all’interno del Paese. È una forma di modello protezionista, da considerare anche sul made in Italy. Parole e polemiche. “Le affermazioni di Grillo spiazzano solo chi aspettava svolte europeiste o ipotizzava dialoghi costruttivi con il Movimento 5 Stelle” è la replica PD.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast