M5S, ancora scontro su gestione interna

12 gen 2017

Da Bruxelles a Roma le tensioni nel Movimento 5 Stelle ruotano tutte intorno alla gestione interna, alla vigilia della decisione del tribunale della Capitale sulla legittimità della sanzione di 150.000 euro prevista per Virginia Raggi se dovesse violare il codice di comportamento. A rilanciare le polemiche un post della senatrice Elisa Bulgarelli, che se la prende con la piattaforma Rousseau, ideata dalla Casaleggio Associati, chiedendosi se si tratti della segreteria del partito 5 Stelle o il centro dei cerchi magici del Movimento invocando l’aiuto di Beppe Grillo. Parole che scatenano le risposte sulla rete divisa tra chi condivide le critiche della senatrice, chi la contesta, chi ritiene Grillo responsabile. Pesa il corto circuito degli ultimi giorni sulla collocazione nel Parlamento europeo, dopo l’addio di due eurodeputati in polemica per il passaggio poi fallito al gruppo dei liberaldemocratici. Quelli rimasti smentiscono con un comunicato firmato alla notizia di altre defezioni all’interno del gruppo. Ad aprire un nuovo fronte internazionale ci pensa Manlio Di Stefano, con per il Movimento segue in particolare i rapporti con la Russia. Chiede esplicitamente di ridiscutere il ruolo della partecipazione italiana alla NATO perché – dice - mette a rischio l’Unione europea.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast