Mattarella al centro studi leopardiani a Recanati

26 set 2019

"È il bene comune il fine della società", le parole del Capo dello Stato in visita nelle Marche, a Recanati. "Sono qui - dice Sergio Mattarella - per la riconoscenza del nostro Paese a Giacomo Leopardi, ma questo sentimento non si limita alla suggestione e al coinvolgimento che ciascuno di noi avverte quando è catturato dalla lettura della sua poesia. Ero all'inizio nella mia vita nelle istituzioni - rivela il Presidente - quando ho riletto alcune parti dello Zibaldone. Pensieri, riflessioni, appunti". Lo scopo, il fine della società è il bene comune e aggiunge che la società contiene un principio di unità. Queste parole così belle sono accompagnate da considerazioni di forte scetticismo sulla capacità di qualunque ordinamento di assicurare la felicità dei cittadini, però quei due concetti sono importanti perché sono attualissimi. Il fine della società è il bene comune. La società contiene, esprime, le parole sono imprecise naturalmente, non sono una citazione, vado a memoria, esprime la società un principio di unità, cioè un principio che deve far sentire la società come una comunità di vita, come mi sembra sempre giusto sovente ripetere. A Recanati Sergio Mattarella inaugura la riqualificazione dell'Orto delle Monache sul Colle dell'Infinito e del Centro studi leopardiani, nel bicentenario della stesura della poesia. Un progetto di valorizzazione culturale unico nel suo genere, il più affascinante affrontato dal FAI, il Fondo per l'Ambiente. "L'iniziativa - sottolinea il Presidente - dimostra ancora una volta l'importanza delle realtà associative private che coltivano interessi generali". Luoghi da oggi nuovamente accessibili al pubblico e agli studiosi, per entrare più a fondo nel mondo di Leopardi.

pubblicità

Vuoi vedere altro ?

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.