Verifica governo, nel pomeriggio incontri con M5s e Pd

14 dic 2020

Nel pieno della pandemia e di una crisi economica che segnerà persone e l'intero Paese, le parole verifica, rimpasto, crisi, elezioni, rischiano di non essere comprese, servono coesione e responsabilità invoca da tempo il capo dello Stato Mattarella, nelle prossime ore inizia una serie di incontri tra il Presidente del Consiglio Conte e le singole forze politiche della maggioranza. L'incontro più atteso sarà con i leader di Italia Viva, l'ex premier Renzi, che per primo ha messo in discussione la stabilità dell'esecutivo, bocciando la proposta di Conte sulla struttura che gestirà le risorse europee. Dopo giorni di dichiarazioni minacciose da ultimatum, i leader di partito cercano di gettare acqua sul fuoco e di porre un freno, dal Movimento 5 Stelle Patuanelli considerasse surreale parlare di crisi e Di Maio smentisce di voler prendere il posto di Conte, una voce creata solo per mettere zizzania precisa, lo stesso segretario dem Zingaretti, mette in chiaro, a questo Governo serve un rilancio, non crisi al buio, abbassa il tiro anche Italia Viva sia con Renzi, che parla della necessità di definire un programma fino al 2023, che con Boschi, che rilancia, non vogliamo alcuna crisi, ma non siamo yes men. Sul tavolo rimane l'ipotesi di un rimpasto di Governo con il cambio di alcuni ministeri. In questo scenario, nel centrodestra solo il leader di fratelli d'Italia Meloni rimane indisponibile a soluzioni che non siano il voto anticipato.

pubblicità