20 anni di carriera per Elisa, tre live all'Arena di Verona

03 feb 2017

Per Elisa è arrivato il tempo di festeggiare. Era il luglio del 1997 e da allora sono passati ben vent’anni. Ma quel giorno, lei, ce l’ha ben impresso nel cuore: “C’era Zucchero, che faceva dei concerti negli stadi, avevamo quest’opportunità pazzesca di aprire i suoi concerti. È stato un inizio abbastanza forte per noi, ecco”. Vent’anni di carriera che Elisa festeggerà all’Arena di Verona con un triplo live, il 12, il 13 e il 15 settembre. Tre show diversi per immergersi nelle sue tante anime: una serata pop-rock, una acustica e una con un’orchestra in cui, chissà, potrebbe salire sul palco anche il maestro Ennio Morricone. Rivedendo vent’anni fa, anche attraverso le foto, i ricordi, le canzoni, come ti vedi? “Ho un bel rapporto, mi fa tenerezza, mi vien da dire: ma guardala lì. Ce la mettevo tutta, ero super seria. Da una parte mi sento molto fortunata ad aver provato, a provare una passione così grande. Dall’altra certamente è tutto stato caratterizzato da questo”. Un traguardo che segna anche l’abbandono della Sugar di Caterina Caselli con cui Elisa lavorava dal primo album, ma con cui pubblicherà in primavera, in attesa del prossimo progetto discografico con la Universal, l’opera antologica Elisa ‘97-’17-Twenty years. Vent’anni di carriera, però, trampolino per altri sogni da realizzare: “Il sogno più grande rimane sempre lo stesso, per me, e più vado avanti, più rimane sempre lo stesso: cercare di lasciare delle canzoni, trasferire qualcosa di vero che ha dentro un pezzo di vita che in qualche maniera nutre, ecco. Questo è il mio più grande desiderio, quello che inseguo tutto il tempo, in maniera anche ossessiva”.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast