Daniele Silvestri, tour per i 25 anni di carriera

24 ott 2019

Un mese con concerti in sette città italiane. Per Daniele Silvestri c'è una nuova sfida che arriva dopo un quarto di secolo di carriera. “C'è un disco, l'ultimo che ho fatto, che si chiama “La terra sotto i piedi”, che per il modo di raccontare le storie che che lo compongono, per la musica soprattutto, mi ha fatto pensare a dei luoghi diversi dal solito, come i palasport”. Non sarà un concerto qualsiasi, Silvestri non si esibirà su un normale palcoscenico, ma in mezzo a giochi di luce su una sorta di astronave posizionata nei palasport. Con lui una super band di nove musicisti con due batterie. “La band è una risorsa strepitosa. Io in questo senso posso solo dichiararmi un uomo fortunato perché ho intorno nove musicisti di livello... di livello... boh, mi verrebbe da dire mondiale”. Non solo canzoni per rivivere un lungo percorso professionale. “Ci sono dei video racconti che spezzano in due lo spettacolo e che ci fanno vivere quello che per me è stato il punto di partenza, la metà degli anni '90”. “Nessun reato commesso là fuori, fu condannato ben prima di nascere”. Il cantautore romano ha una dedica particolare da fare prima di iniziare il tour. “Intanto agli adolescenti. “Argento vivo” è una canzone che si rivolge a loro, che cerca di parlare con le loro parole, ma non ha la pretesa di riuscirci in pieno. Sono un ultracinquantenne ormai perché ho 51 anni, ma mi ricordo i miei 16 anni, 17 anni, e so che questa generazione di adolescenti di oggi ha un sacco di occasioni da cogliere e molti pochi insegnamenti utili da utilizzare”.

pubblicità
pubblicità