De Niro rischia la bancarotta, il Covid mina i suoi affari

11 lug 2020

Robert de Niro rischia di finire sul lastrico e non è la trama di un brutto film. È lui stesso a rivelarlo, replicando via Skype in tribunale a una richiesta di fondi che gli era arrivata dalla sua ex moglie Grace Hightower, dalla quale ha divorziato nel 2018 dopo una burrascosa relazione, iniziata nel 1997. La colpa della possibile bancarotta e della pandemia, che ha messo in ginocchio la catena di ristoranti Nobu e Greenwich Hotel, entrambi di proprietà della star di Hollywood. Il legale di de Niro, Carolien Krauss ha spiegato che Nobu ha perso 3 milioni di dollari in aprile e quasi 2 a maggio, costringendo l'attore a chiedere un prestito da mezzo milione di dollari per pagare alcuni investitori. Di più, in base a un accordo del 2004 l'ex Toro scatenato, deve pagare alla signora Hightower un milione di dollari all'anno, a patto che il suo reddito superi i 15 milioni di dollari. Se i guadagni calano, diminuiscono anche gli alimenti da versare alla sua ex. Secca la replica di Kevin McDonough, avvocato della controparte: "De Niro sta usando la pandemia per tagliare i soldi dovuti alla sua ex moglie".

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.