Il museo del Prado raccontato da Jeremy Irons

10 apr 2019

Gli piacerebbe molto lavorare con Paolo Sorrentino, ama il suo cavallo, il suo giardino e la sua barca e se si dovesse votare di nuovo la Brexit scapperebbe in Irlanda, risponde secco. Il premio Oscar Jeremy Irons è a Roma per presentare la sua nuova sfida, un viaggio cinematografico attraverso le sale, le storie e i quadri di uno dei musei più visitati al mondo. Il film in sala tre giorni dal 15 aprile si intitola Il Museo del Prado, la Corte delle Meraviglie, prodotto da Nexo Digital 3D Produzioni, con la collaborazione di Sky Arte. Ho imparato molte cose nuove, girando questo film, sono rimasto affascinato dal restauro dei quadri, è un procedimento molto delicato che non deve rovinare la tela. Adoro il concetto di restaurare qualcosa di vecchio. La mia prima volta al Prado a Madrid è stata cinque anni fa e ne sono stato travolto, onestamente ho resistito un'ora di fila, poi mi sono dovuto fermare per un caffè e una sigaretta, perché erano troppe le emozioni. Dopo la pausa ho ricominciato. Per gli spagnoli non è solo il museo, è più che un museo, è un luogo di memoria. A tutti gli spagnoli gli chiedi cos’è il Prado e ti parlano non solo di una grande raccolta di capolavori, ma qualcosa di più, qualcosa che è nel cuore degli spagnoli. La storia della Spagna come Nazione comincia davvero nel 1469. Un viaggio nel tempo e nella storia, per scoprire o conoscere meglio capolavori custodi di un patrimonio culturale universale. Quando studiavo a scuola dipingevo anche, ma non ero molto bravo agli esami di arte. Ho un piccolo kit di pittura che però non ho mai usato, insomma, non ho un gran talento per il disegno, preferisco collezionare i quadri e capire quali dipinti mi parlano, quali mi trasmettono qualcosa.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.