In mostra foto di Guindani per il Fai e Banca Generali

08 ott 2019

Dentro la Torre Hadid, nel cuore di CityLife a Milano. È qui che Banca Generali ospita la mostra, patrocinata dal FAI, Meraviglie Nascoste. Gli scatti sono a firma del celebre fotografo Stefano Guindani che ha immortalato, con l'occhio attento della sua macchina fotografica, alcuni dei luoghi più iconici del nostro Paese. Alle mie spalle c'è Villa Necchi Campiglio che è una villa che inizialmente era considerata in periferia di Milano. Oggi è il cuore di Milano e la cosa bellissima è che l'architetto Portaluppi, quando costruì questa villa, dalle sorelle Necchi ha avuto carta bianca assoluta. Non aveva limiti di budget e quindi ha costruito gli interni e poi ha fatto il giardino adattando i colori e le piante a quelli che erano gli interni. Sarebbe veramente importante che tutti gli italiani scoprissero, perché a volte andiamo all'estero per cercare delle cose che rispetto a queste sono veramente piccole. Immagini di tesori del passato, ospitati in uno dei luoghi simbolo della modernità. L'idea di avere un legame tra il passato e il futuro che può trovare esposizione fruibile per il pubblico in questa sede iconica, è certamente un elemento che a me rende molto il cuore pieno di orgoglio. Indispensabile lavoro del FAI in un Paese come l'Italia dove il patrimonio storico e artistico è infinito. Il FAI fa uno sforzo che è su due piani, quello di mantenere questi beni che gestisce direttamente, che già è uno sforzo molto importante e poi di promuovere tutto il patrimonio storico e artistico a tutti gli italiani. Unire insieme valore e cultura, un obiettivo che ci pare centrato.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.