Kardashian rapinata, 16 arresti a Parigi

09 gen 2017

A tre mesi dal clamoroso furto di cui rimase vittima a Parigi Kim Kardashian, l’indagine della polizia francese ha dato i suoi primi frutti: una quindicina di persone sono in stato di fermo con l’accusa di rapina a mano armata, sequestro di persona e associazione per delinquere. I fatti risalgono al 3 ottobre scorso, quando la starlette americana, di passaggio nella capitale francese per la Settimana della Moda, fu aggredita da cinque uomini travestiti da poliziotti. I malviventi, pistole in pugno, entrarono nel lussuoso appartamento dove Kim risiedeva, la legarono e la rinchiusero in bagno, fuggendo poco dopo con una refurtiva in gioielli da 9 milioni di euro. Ora la svolta nelle indagini, aiutate dal ritrovamento di un’impronta digitale su un ciondolo perso nella fuga da uno dei ladri e recuperato da un passante. Kardashian, che dopo la rapina era tornata frettolosamente negli Stati Uniti, nelle settimane successive al furto non aveva mai parlato dell’accaduto e si era fatta sentire pochissimo sui social media, dove è tornata di recente. Circostanza inusuale per lei che ha costruito il suo impero milionario proprio con un’esasperata presenza in rete, spesso in compagnia di suo marito, il rapper Kanye West. Soltanto qualche giorno fa, presentando alla stampa la nuova stagione del suo reality show, Al passo con i Kardashian, Kim era tornata sull’accaduto. “Stavano per spararmi alle spalle, non c’era via d’uscita”, ha detto in lacrime.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast