L'allerta coronavirus fa leggere più libri in Italia

10 mar 2020

Stanno scalando la classifica delle vendite. Si tratta di alcune pubblicazioni che analizzano l'epidemia di coronavirus virus. “Virus - La grande sfida” è il libro scritto dal professor Roberto Burioni. È appena uscito sul mercato ma è già ai primi posti nella lista degli acquisti sul web, redatta da Amazon. Un discorso analogo riguarda Spillover del divulgatore scientifico americano David Quammen. Spillover letteralmente: “Salto di specie£, ha avuto negli ultimi giorni quattro ristampe. C’è una chiara tendenza a volersi informare e ha cercare di capire quello che sta succedendo. Ad oggi i titoli che si stanno… che stanno chiedendo i clienti che vogliono leggere si riferiscono al virus o a episodi del nostro passato che hanno avuto a che fare con epidemie. Vendite aumentate, ristampe negli ultimi 15 giorni. È il caso del romanzo “Cecità” del premio Nobel Saramago, pubblicato nel 1995. Un libro che secondo l'editore Feltrinelli ha triplicato le sue vendite. Destino analogo per la peste di Albert Camus, che per l'ufficio stampa di Bompiani, tra fine febbraio e inizio marzo è andato esaurito. Aumenti, anche se meno significativi, hanno riguardato I promessi sposi e il Decameron. Nelle librerie del centro di Milano, a Mondadori come a Rizzoli in Galleria Vittorio Emanuele II sono pochi davvero i clienti. C'è tuttavia chi non rinuncia alla lettura. È un modo per passare il tempo a casa quindi è un buon modo per restare a casa in modo efficace, facendo qualcosa di utile. Siamo costretti a stare in casa almeno che serva, che sia utile e che ci faccia pensare e riflettere, sperando di riprendere con maggiore entusiasmo.

pubblicità