Meraviglioso Modugno, l'addio a Mr Volare 25 anni fa

05 ago 2019

E' il 1958 quando, dopo la vittoria a Sanremo, Domenico Modugno diventa la prima star internazionale della musica italiana. Il cantante si esibisce all'Ed Sullivan Show prima di intraprendere un lungo tour oltre oceano. “Nel blu dipinto di blu” brano scritto con Franco Migliacci, resterà per 13 settimane nella Hit Parade americana. Il disco, che è stato ricantato dagli artisti più celebri, vince un anno più tardi due Grammy e vende nel mondo più di 22 milioni di copie. Modugno si distacca dagli urlatori allora in voga, dando il la a una rivoluzione nella canzone italiana. Non solo cantautore di primo piano, nel corso della sua carriera il Mimmo Nazionale è stato anche attore. Indimenticabile la sua presenza al fianco di Delia Scala nel musical “Rinaldo in campo”. Quarantacinque i film girati da Modugno. Qui è con Franchi e Ingrassia. “Ecco qua, se ne sta andando in fumo!” In un episodio di “Capriccio all'italiana” canta che cosa sono le nuvole e getta due marionette, interpretate da Totò e Ninetto Davoli, in una discarica. Modugno si dedicò anche alla politica e fu eletto negli anni Ottanta deputato per il partito radicale. L'anno prima di morire a Lampedusa incise con il figlio Massimo la sua ultima canzone “Delfini (Sai che c'è)”. Nella sua carriera Modugno ha vinto per 4 volte il Festival di Sanremo, un record che condivide con Claudio Villa.

pubblicità