Milano fashion week, da Moncler la casa della genialità

20 feb 2020

Il genio della creatività prende forma all'evento di Moncler. La terza edizione del progetto “One House, Different Voices” riunisce nell'ex macello di via Molise dodici diverse visioni in dodici diverse installazioni per ridefinire in chiave contemporanea il concetto di comunicazione e dare voce alla genialità. “Bisogna essere unici, innovativi, credo, in questo mondo. Il mondo è supercompetitivo. Se non capisci, se non sai leggere il consumatore, esci dal mercato, dunque noi cerchiamo di essere più vicino possibile. Anche se il momento è difficile, siamo confidenti per il futuro”. Perché sull'onda positiva che stava cavalcando tutto il settore moda, ora pesa l'incertezza che arriva dalla Cina, impegnata a combattere contro il coronavirus. “Dal 24 di gennaio, quando abbiamo capito che la cosa era molto seria, abbiamo prima pensato alle persone nostre che lavoravano là, comunque siamo vicino a loro”. Ad incarnare il genio di Moncler, Will Smith, protagonista della campagna pubblicitaria voluta da Ruffini. “Will è il numero uno. Anche lui è simpaticissimo. L'ho conosciuto quattro anni fa a Canne. Gli ho detto “Facciamo qualcosa” e lui “Mai, io nella moda non ho mai lavorato”. Poi pian piano è arrivato”.

pubblicità