Psicosi Joker negli Usa, in sala in Italia dal 3

30 set 2019

È stato detto di tutto. Ora facciamo parlare il pubblico. È stata spiegata così la decisione di aprire solo ai fotografi l'ultimo tappeto rosso di Joker a Los Angeles. Basta domande, basta interviste, basta illazioni e, quindi, fuori i giornalisti. Un cammino lungo quello del film Leone D'Oro a Venezia, che già prima di nascere si portava dietro l'ombra di un ruolo considerato maledetto. Ha regalato a Heath Ledger l'Oscar, ma è stato l'ultimo personaggio da lui interpretato prima di morire durante le riprese di Parnassus e soprattutto è in qualche modo legato alla sparatoria del 2012 in Colorado, ad Aurora, quando un folle entrò in sala e uccise 12 persone durante la proiezione de "Il Cavaliere oscuro - Il ritorno" urlando di essere, appunto, Joker. Negli Stati Uniti ora, alla vigilia dell'uscita in sala il 4 Ottobre, la Polizia ha fatto sapere che rimarrà particolarmente vigile attorno ai multischermi dove, tra l'altro, i gestori hanno ribadito il divieto assoluto di entrare in sala mascherati. Quello che si teme, specialmente oltreoceano, è la psicosi verso un film in cui se la violenza non viene esaltata potrebbe esserlo quell'Arthur Fleck che seguiamo fino a diventare Joker. La Warner, però, non ha dubbi. La nostra pellicola - dice - non vuole presentare Joker come un eroe e non vuole esaltare la violenza nel mondo reale. Il film, che trae ispirazione da "Taxi Driver" e molte altre pellicole di Scorsese, ha un forte aspetto sociale in cui l'alienazione, la disoccupazione, la povertà e la malattia mentale fanno da inevitabile sfondo in una Gotham City sempre più soffocante e pronta a esplodere. Del resto non è la prima volta che un film di finzione influenza comportamenti pericolosi. Ultimo in ordine di tempo "Bird Box". Intanto ad Aurora Joker non verrà proiettato in nessuna sala della città.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.