Salvatores compie 70 anni

30 lug 2020

Tenente Carmelo La Rosa. Comunque l’ho visto, non c'era rigore. Forse non era rigore, sicuramente fu Oscar per Mediterraneo. Sono passati 28 anni da quando l'Academy consegnò quel premio a Gabriele Salvatores, ne sono passati 70 da quando il regista nacque a Napoli per poi trasferirsi nella sua Milano. Occhiali sul naso e una rassicurante aria intellettuale a incorniciare un sorriso solcato da ironia e curiosità. Un cinema, il suo, diviso a capitoli come un libro dalla trilogia, della fuga con Marrakech Express, tournée dello stesso Mediterraneo, al momento fantascientifico di Nirvana con l’ highlander Christopher Lambert che arricchiva un cast diversamente tutto Made in Italy, passando per Il Ragazzo Invisibile, prima saga di supereroi italiano. In mezzo tanti altri titoli, da Educazione siberiana a Puerto escondido e poi Denti, Happy family, Amnesia, Io non ho paura e il più recente Tutto il mio folle amore. Non sappiamo come festeggerà questo importante, compleanno, forse davanti alla TV con un altro suo grande amore, il calcio.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.