Venezia 76, Atom Egoyan in concorso con Guest of honour

03 set 2019

Un thriller, ma anche una riflessione sul senso di colpa e sulle scelte che possono cambiare il nostro destino. Il regista armeno Atom Egoyan arriva in concorso con “Guest of Honour”, una pellicola in cui un padre e una figlia si confrontano. Lei in prigione per una colpa che non ha commesso, ma è intenzionata a espiare in questo modo il senso di responsabilità per una tragedia successa molto tempo prima. Si sono evitati sul tappeto rosso e durante le interviste non si potevano fare domande personali. Timothée Chalamet e Lily-Rose Depp forse sono una coppia nella vita, di certo nel film fuori concorso “The King”, un dramma storico su Enrico V, ispirato a Shakespeare. Intanto al Lido sono anche arrivati Chiara Ferragni e Fedez. Lei protagonista del documentario “Unposted”, in cui si racconta il suo percorso da blogger a imprenditrice. Kasia Smutniak, invece, è protagonista di Venetika, un cortometraggio di Ferzan Ozpetek, presentato come evento speciale di cinema sull'acqua di Campari. “Venetika è una video installazione creata da Ferzan Ozpetek per la Biennale d'arte di Venezia. Racconta Venezia, e Venezia è una donna, secondo il regista, ed è immersa nell'acqua quasi tutto il tempo, e poi sopra l'acqua sono proiettate immagini bellissime di Venezia. Ovviamente è una cornice musicale solo come Ferzan sa fare, quindi perfetta”.

pubblicità