Google Pixel, lo smartphone umano di Google

04 giu 2020

Ci aveva entusiasmato durante a presentazione di metà ottobre, e dopo un periodo di prova, dobbiamo confermare che il nuovo Pixel, lo smartphone di Google, ci è piaciuto molto. L'abbiamo trovato uno smartphone umano, molto veloce, con la migliore esperienza d'uso e interfaccia tra i telefoni Android. Il Pixel 4XL, che abbiamo provato redazione, ha uno schermo da 6,3 pollici. Lo smartphone è davvero molto leggero, maneggevole e con un'ottima sensazione al tatto. Molto utile il sensore radar che aiuta il telefono a capire cosa stia succedendo intorno ad esso, con i gesti rapidi che ci permettono di gestirlo senza toccarlo. Come molto utili sono i tanti piccoli accorgimenti software, che abbiamo notato sia in fase di configurazione, sia nell'uso di tutti i giorni. Più che dirci la percentuale di batteria, ad esempio, il Pixel ci dice a che ora la batteria si esaurirà. Molto utile, inoltre, la funzione che capisce quando stiamo guardando lo schermo, facendolo attivare. Molto buono il comparto fotografico, come sempre nei pixel, anche se a volte abbiamo trovato l'applicazione di gestione della fotocamera un po' lenta. Due i tagli disponibili, 64 e 128 Giga di spazio di archiviazione 6 Giga di RAM. Il Google Pixel, fratello minore, costava da 759 a 859 euro. Il pixel 4 XL, che abbiamo provato noi, da 899 a 999 euro.

pubblicità
pubblicità