Assassin's Creed diventa un'avventura da vichinghi

19 nov 2020

Dopo un anno sabbatico torna Assassins Creed e colpisce dritto al cuore dei videogiocatori. Dal caldo Mediterraneo di Odissey, ci trasferiamo al freddo nord di Walhalla, così si chiama il nuovo capitolo della saga dove impersoniamo Ivor un guerriero vichingo o se preferiamo la sua controparte femminile, come accadeva anche nella versione precedente. Dopo le prime fasi di apprendistato e il trasferimento in Inghilterra per razziare e costruire il proprio posto, a conquistare davvero nel gioco è la ricchezza degli scenari che, anche grazie alla potenza delle console di nuova generazione lasciano a bocca aperta anche i gamer più consumati. Una mappa mai così ricca e una miriade di missioni secondarie conferiscono al gioco una profondità e una longevità mai vista per un titolo della serie. Da segnalare Walhalla anche le modalità di attacco rinnovate e combattimenti corali, non sempre facilmente gestibili, ma sicuramente affascinante.

pubblicità