Video I giudici commentano l'esibizione di Nicola

28 nov 2019

“Nicola Cavallaro, a cui sicuramente non manca energia. Ultimamente raramente hai messo d'accordo tutti i giudici. Vediamo se questo sarà il caso. Malika, cominciamo da te”. “Ciao Nicola”. “Ciao”. “Come stai?” “Non posso dire che sono felice, quindi quasi felice, altrimenti Mara mi pizzica”. “Sempre meglio così. Esatto. Ha ragione Mara. Dunque, prima che arrivi la tempesta di fischi, vediamo quanto riesco a dire. Io trovo sempre interessante quando uno si porta... porta un pezzo di sé dentro un brano sotto qualunque forma, ma prima di pensare a ogni variazione io penserei a entrare dentro il testo che sto cantando. Io ti ho trovato un po' troppo irruento. Ecco, un po' troppo irruento. Hai cantato... ragazzi, lo sapevo”. “Erano preventivati”. “Esatto, esatto, era preventivato. Sai che cosa, Nicola? È che tu hai un timbro interessantissimo, ma mi è mancato in un... il brano come questo era l'opportunità più perfetta per farlo. Mi è mancata tutta la tua parte emotiva, quello che senti, quello che provi. L'hai cantato esattamente come Salmo, prendendolo anche un po' a morsi. Un'ottima performance, sei anche super telegenico, ti muovi bene, ma dov'è il pezzo originale? Se ne hanno fatti 200 milioni di cover, ci sarà un motivo. Capito? Io non è che mi aspetto che la canti come Simon & Garfunkel o mi aspetto che canti... no. Mi chiedo qual è la differenza del brano di Nicola da quello, per esempio, dei Disturbed, che si voglia dire, che canta... non cantante che canta in modo growl si dice tecnicamente. Dov'è la differenza? Mi mancava la tua personalità. Io non l'ho percepita, e con tutto quello che hai fatto fino a oggi sono ancora più confusa. Grazie di avermi lasciata parlare comunque, ragazzi”. “Samuel”. “Non sei piaciuto neanche a me, Nicola, e non prenderlo come una strategia perché ti assicuro che io parlo solo per musica e non per strategia. Ok, finito? Non è tanto il timbro... Simon & Garfunkel hanno fatto del sussurrato una bandiera. Tu giustamente hai detto lo porto nel mio ambito e canto come sono capace a fare io, però forse il pezzo era sbagliato. Forse questa non era la canzone per farlo. Io, oltre a quello, ho trovato che tu eri talmente concentrato sul ritmo... molto probabilmente in cuffia avevi un click molto forte, per cui tu eri tutto dritto sul ritmo e non hai seguito, invece, le oscillazioni di tempo che hanno fatto... che ha fatto l'orchestra. Questo vuol dire che comunque eri fuori, eri distaccato dalla musica. Eri tu che facevi una cosa e loro che ne facevano un'altra, quindi a me non sei piaciuto. Dispiace”. “Sfera”. “Ciao Nicola. Allora, secondo me ciò che c'era di sbagliato oggi era la tonalità, perché all'inizio eri quasi coperto dall'orchestra e dopo, quando ti sei alzato, eri troppo più alto dell'orchestra, quindi probabilmente, se aveste provato un'altra tonalità sarebbe venuto un po' meglio. Anche a me non è piaciuto tanto”. “Mara”. “Visto il successo che abbiamo riscosso...” “Riscontrato”. “Dai nostri amici giudici, che non gli è piaciuto praticamente niente. Siete rimasti male, eh? Pensavate che dicessi un cazzo. Ma, allora, devo dire che... Devo dire che ciascuno di loro...” “Adesso ci è piaciuto di più, Mara”. “Prego?” “Adesso ci è piaciuto di più”. “Oh, la gatta morta si è svegliato. Dimmi”. “Adesso, dopo che hai detto cazzo ci è piaciuto di più”. “Ah, bravo”. “È molto più figo”. “L'ho fatto per te”. “Grazie”. “Allora, devo dire che invece a me sei piaciuto. È vero che è possibile un'altra tonalità, non sei entrato nel pezzo, cioè tutte le cose che... ma vi è piaciuto o no? Non vi è piaciuto? No. Non gli sei piaciuto. Pazienza. A me sei piaciuto, per cui, devo dire la verità, che giustamente ognuno ha il suo modo di esprimersi. Io ti difendo perché secondo me, invece, era tutto giusto, era nel tuo mondo. Tu ti esprimi così. Non tutte le persone... Simon & Garfunkel, avevano sicuramente una loro modalità eccezionale. In più lui era anche l'autore del pezzo, ma però tu ti sei espresso alla tua maniera su un pezzo che ti piace, per cui questo è quello che conta”. “Ottimo. Il parere dei nostri giudici ha ovviamente un peso molto importante. Se vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno, numericamente sono solo tre, quindi c'è la possibilità che da casa ti abbiano apprezzato in molti di più. Votate lo 02. È il codice di Nicola. 02 per Nicola Cavallaro”.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.