Le orche lasciano Genova e si spostano a Savona.

19 dic 2019

Eccole, mentre nuotano nelle acque del Mar Ligure. Sono le quattro orche che per 18 giorni hanno stazionato sotto l'occhio vigile della Guardia Costiera davanti al bacino portuale di Genova Prà. In queste ore il gruppo di mammiferi marini, diventato famoso, è stato avvistato nelle acque di Vado Ligure. Ad annunciarlo, i ricercatori di Tethys, l'organizzazione di ricerca senza scopo di lucro impegnata nel monitoraggio del branco. “Le orche sono una specie considerata accidentale per il Mediterraneo, però qualcuna ne entra, tant'è che negli ultimi cento anni una quarantina di avvistamenti sono stati fatti. Sono un'unità familiare composta da una femmina con un piccolo, un maschio adulto e altri due individui che potrebbero essere due femmine o due giovani maschi, di cui uno presenta delle condizioni fisiche non ottimali. Uno dei motivi che questi animali non stiano riprendendo, diciamo, i loro lunghi viaggi, forse è anche perché legata, diciamo, alla situazione di questo animale che non sta bene”. I ricercatori sono riusciti a ricostruire lo straordinario viaggio delle orche: oltre 5200 chilometri prima di arrivare nel Mediterraneo. Il 7 Luglio del 2017 sono state avvistate al largo dell'Islanda occidentale. “Pare sia uno dei più lunghi spostamenti mai documentati in questa specie al mondo. Quindi si tratta molto probabilmente di animali nomadi, animali che si spostano, e 5200 chilometri credo siano la prova più diretta della loro capacità di spostarsi”. Probabilmente le quattro orche (un cucciolo è morto due settimane fa) si sono spostate in circa di cibo. “La nostra preoccupazione è che non mangiano a sufficienza e non sappiamo se effettivamente in queste acque, e rimanendo soprattutto così vicino a un porto, siano in grado effettivamente di nutrirsi a sufficienza. E poi siamo preoccupati per questo effettivamente individuo che appare evidentemente emaciato, molto magro, e naturalmente la nostra speranza è che tutti gli animali, tutti i membri del gruppo, riprenda il largo e possa tornare, diciamo, o in mare aperto, Mediterraneo, o tornare, insomma, in Atlantico”.

pubblicità
pubblicità