Sostenibilità, plastica dell'oceano diventa occhiale da sole

24 ott 2020

Sostenibilità per Safilo significa persone, significa prodotto, e significa pianeta. Il progetto è da una parte affascinante e dall'altra parte assolutamente rilevante, uno dei dati che mi che mi ha scioccato è che c'è nel Pacifico quest'area, che loro chiamano Great pacific garbage patch, che è grande 3 volte come la Francia. É un progetto complicato, lei tenga conto bisogna prendere questo materiale, che ovviamente non è il materiale migliore per farne un occhiale, i nostri ragazzi e gli ingegneri di Ocean Cleanup si sono messi lì e loro hanno sviluppato questo processo, praticamente trasforma tutto quello che loro raccolgno in delle palline, delle palline di questo materiale e noi siamo partiti da queste palline di questa plastica e ci siamo inventati questo processo per trasformarlo in un occhiale. Da questa tecnologia, tutto questo lavoro è stato fatto tutto in Italia. l'altro dato che è un po' impressionante, secondo me è che loro calcolano che dietro ogni occhiale, cioè ogni occhiale è equivalente a 24 campi di calcio, ha una superfice di 24 campi di calcio di questo materiale che galleggia negli oceani. Questi occhiali saranno venduti sul sito di Ocean Cleanup, il cui ricavato verrà rinvestito per raccogliere altra plastica. L'idea era quella di riprodurre un po' l'onda dell'oceano, l'oceano sul QRcode e riesce a ricostruire esattamente la storia del materiale che è stata utilizzata per quel prodotto, io credo che il tema della tracciabilità, mano mano che andremo avanti, diventerà sempre un po' importante capire da dove vengono i materiali utilizzati per fare quel prodotto.

pubblicità