Borrelli: "Ora cercare di mettere al riparo persone e cose"

13 nov 2019

I danni sono ovunque qui a Venezia. Con ma c'è, appunto, il capo della Protezione Civile a cui chiediamo di farci un quadro della situazione. Beh sì, è stata un'onda di marea molto alta, la più alta dal 1966. Si sono registrati danni, purtroppo abbiamo avuto anche una vittima. Noi siamo qui per fare e abbiamo fatto il punto con il Sindaco e con il Presidente della Regione. Non è solo la città di Venezia che è stata pesantemente colpita da questa ondata di maltempo, ma anche parte della Regione Veneto, la Regione Friuli e altre regioni italiane. Riusciamo un po’ a quantificare ciò che è accaduto a Venezia? Dal punto di vista del fenomeno c'è stata questa ondata di marea prevista, ma non così elevata. Si prevedeva intorno a 150 centimetri di acqua e invece siamo arrivati a 178 quindi, quindi 174. È un'onda di marea molto molto alta, che ha provocato questi danni alla città. Ecco, per le prossime ore qual è il piano d’azione? Il piano di azione è ripulire, cercare di mettere al riparo i beni e le persone. Ci si aspetta per domani sera anche un’ulteriore ondata di marea, quindi monitorare e seguire l'evoluzione dell’evento.

pubblicità
pubblicità