Infermieri in piazza a Roma per autonomia e aumento stipendi

15 ott 2020

Infermieri da tutta Italia a Roma, per due manifestazioni nazionali: una al Circo Massimo, indetta dal sindacato Nursing Up, e una divisa in due Piazze, Montecitorio e Piazza del Popolo, indetta dal Nursind. Nella capitale, per chiedere che non venga dimenticato il loro sacrificio durante i momenti più drammatici della pandemia e per deporre, davanti al Parlamento, 42 zoccoli bianchi, in ricordo dei colleghi che hanno perso la vita nell'emergenza. Chiedono strumenti per affrontare la battaglia del Covid e non soltanto mascherine e presidi di difesa, ma parlano di un'organizzazione strutturale, di un incremento dell'indennità professionale, oltre che degli stipendi. Su questo ed altro, concorda il Viceministro alla Salute Sileri. È necessario che i salari degli infermieri salgano. Ovviamente, mi sto attivando per creare un percorso affinché questo accada, perché non è possibile che abbiano il salario più basso d'Europa. Sono sicuramente necessarie nuove assunzioni per migliorare anche la qualità del loro lavoro e riconoscere la loro professionalità e la loro specializzazione. Ma chiedono anche uguaglianza di trattamento nell'accesso alla libera professione e autonomia contrattuale. Su questo punto – ammettono – abbiamo registrato un'apertura da parte del Ministro Speranza, ma ora vogliamo e meritiamo i fatti.

pubblicità