L'Alto Adige dice no alla zona rossa

17 gen 2021

Nel centro storico di Bolzano bar aperti come una normale domenica d'inverno. Grazie allo statuto autonomo la provincia non chiude proprio nulla. E chiede al Ministro Speranza la revisione della classificazione a zona rossa. Classificazione di fatto già respinta con l'ordinanza firmata venerdì sera dal Presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher che non ha inasprito in alcun modo le restrizioni in vigore per la zona gialla. Decisione presa sulla base di valutazioni dell'Azienda Sanitaria altoatesina. I dati degli ultimi giorni indicano un indice RT leggermente superiore a 1, ma molto lontano da 1,5 che è il dato che è stato poi inserito nell'ultimo rapporto settimanale. Non si contesta il metodo di calcolo, ma le conseguenze relative al calcolo che viene fatto. L'Alto Adige, dunque, ancora una volta esercita l'autonomia speciale e tira dritto per la sua strada. Lunedì i negozi riapriranno regolarmente per i saldi, i bar potranno rimanere aperti fino alle 18, i ristoranti con vendite per l'asporto fino alle 22.

pubblicità