Modena, Natale dei bambini nella pediatria del Policlinico

25 dic 2020

I doni ai bambini ricoverati in ospedale da parte di chi pensa a loro senza conoscerli. Cittadini che bussano alla porta del reparto di pediatria per lasciare pacchetti. Ho portato una sciocchezza, ho portato un panettone grosso che secondo me per i bimbi sempre un wow e un po' di giochi, da vedere se riusciamo a strappargli un sorriso. La distanza imposta dal virus, le limitazioni per le visite in ospedale, anche quelle ai più piccoli. Qui siamo al Policlinico di Modena, prima di accedere al reparto si viene sottoposti a doppio tampone, antigenico e molecolare. Era il vanto del sistema sanitario nazionale, queste pediatrie aperte, il bambino non doveva mai sentirsi solo, ora invece ci ritroviamo a dover tenere il bambino da solo con un genitore, senza ricevere nessun altro tipo di visita dai suoi cari, dai suoi fratelli, dai suoi cugini, dai suoi nonni. Medici e infermieri, il virus ha complicato il lavoro e il carico emotivo. Stare molto più vicino ai pazienti, ai nostri piccoli pazienti, farci vedere di più, sorridere di più, stare con loro di più nelle camere, fare un sorriso in più con gli occhi, perché la mascherina non ce la possiamo togliere né noi né loro, dai noi veniva Babbo Natale tutti gli anni, portava regali, entrava in tutte le camere, i bambini, anche se ammalati, con flebo, sondini, cateteri, comunque gli si illuminavano gli occhi, adesso non lo si può fare più. Cosa ricorderà di questa giornata? Ricorderò il silenzio, il silenzio dell'ospedale, mai visto un ospedale così silenzioso il giorno di Natale.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast