Scuola, lunedì D-day per i trasporti. LO SKYWALL

11 set 2020

Da lunedì, con la riapertura delle scuole, dal 14 settembre, si rimetteranno in moto circa 10 milioni di persone, tra docenti, personale scolastico, studenti, bambini, genitori, soprattutto in orari di punta delicati. Dunque, il sistema dei trasporti sarà messo alla prova proprio nelle ore cruciali. Vediamo innanzitutto, e ripetiamo, quali sono le regole che bisogna rispettare, le regole decise dal Comitato Tecnico Scientifico. Sappiamo, che in tutta Italia, la prima regola da rispettare è che i mezzi devono avere una capienza massima dell'80 per cento. Dunque, bisogna anche capire chi e come si vigilerà su questo. L'abbiamo detto, e lo ripetiamo, la mascherina resta obbligatoria, qui fa molto anche la responsabilità individuale, il buonsenso delle persone, bisogna sempre coprire correttamente naso e bocca quando si è all'interno dei mezzi di trasporto, mantenere sempre la distanza di almeno un metro, e soprattutto, per quanto riguarda le sedute sono state alternate, in sostanza, alcuni posti non sono ovviamente utilizzabili e bisogna sempre mettersi uno davanti all'altro, evitando però il faccia a faccia. Lo abbiamo visto e imparato a conoscere in queste ore, c'è una segnaletica ormai quasi ovunque, anche sui mezzi pubblici. Bisogna rispettare la segnaletica, tenere il posto a se il bus oppure la metro è piena, non c'è un posto dove poterci mettere, bisogna aspettare il mezzo successivo. I titoli di viaggio, l'indicazione da parte degli esperti è di cercare di acquistare titoli di viaggio telematici, per evitare appunto di andare alle macchinette oppure nelle biglietterie. Le regole principali le abbiamo viste, per gli autobus sono salita e discesa differenziate, sedute alternate, dunque, un cosiddetto allineamento verticale, mai frontali, segnaletica per chi resta in piedi. Riapertura delle scuole, molti utilizzeranno anche lo scuolabus, la capienza massima, quindi, può essere garantita al 100 per cento quando si tratta di tragitti fino a 15 minuti. Queste le indicazioni che arrivano dal Comitato Tecnico Scientifico, altrimenti bisogna avere una capienza ridotta all'80 per cento, evitare, insomma che i ragazzi siano in uno scuolabus insieme, tutti vicini per troppo tempo. Vediamo come stanno organizzando diverse città, lo facciamo partendo da Milano, sono arrivate indicazioni da parte dell'ATM che ha intensificato la sanificazione dei mezzi di trasporto, istallato dei gel igienizzanti nelle stazioni, sui diversi mezzi e appunto, anche da lunedì sarà possibile utilizzare una app grazie alla quale è possibile consultare le fasce orarie, e l'affluenza nelle diverse stazioni. Altra novità su Milano, tra le regole previste, che a un certo punto ci sarà un conteggio automatico delle persone che arrivano in metro e bisognerà appunto aspettare perché i tornelli a quel punto si bloccano e quindi bisognerà aspettare ovviamente il treno successivo, questa è la regola prevista a Milano, mentre Roma ha deciso diversamente, lo vediamo in questo al cartello: “Capienza massima 60 per cento”. Questa è la decisione da parte della capitale, una capienza massima al 60 per cento invece che all'80, così come previsto dal Comitato Tecnico Scientifico, invece, deciderà di aumentare le corse. Queste tutte le regole che sono state messe sulla carta, a cui si lavora da settimane, ma sicuramente il banco di prova sarà alla prova dei fatti, con la riapertura delle scuole.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast