Vaccinazioni, in Piemonte Cavour per reclutare volontari

21 mar 2021

Ciao vaccinarsi è un atto di responsabilità Fallo anche tu ,fallo non solo per te stesso, ma fallo per i suoi famigliari, i tuoi amici. Sono scesi in campo i volti noti del Piemonte per sensibilizzare tutti i cittadini a vaccinarsi una campagna pensata prima della sospensione cautelativa di AstraZeneca, che oggi più che mai può giocare un ruolo importante. Vaccinarsi è un atto di responsabilità non solo per te, ma anche per gli altri. Dopo la sospensione di AstraZeneca che calo avete avuto? Ho avuto un calo intorno al 30%, tenete conto che prima era del 15% per cui è un calo momentaneo e siamo certi che da metà della prossima settimana la non partecipazione al vaccino sarà uguale a quella precedente. È stato un bel danno questa sospensione? È stato un bel danno perché non abbaimo inoculato più di 30000 vaccini e perché ovviamente in termini di credibilità bisogna riconquistarle, anche per questo il video dei testimonial è estremamente utile. Un'altra campagna lanciata dal Piemonte è questa, che prende in prestito il volto di Cavour e rifacendosi al celebre I wnat you dello zio Sam che nella prima guerra mondiale si rivolgeva ai giovani per arruolarsi nell'esercito, oggi lancia un appello a medici, infermieri, pediatri, odontoiatri e assistenti sanitari, soprattutto in pensione, per dare una mano come volontari nell'impegnativo compito della vaccinazione di massa. Per potenziare l'attività vaccinale in modo tale che tutte le professioni sanitarie possano diventare volontari della vaccinazione e dare molti punti, sia come professioni, sia come centri sanitari privati all'interno della nostra regione in modo tale che per quasi ogni comune ci possa essere un centro vaccinale in cui i piemontesi potranno andare a farsi vaccinare.

pubblicità
pubblicità