Amanda Knox lancia raccolta fondi per le sue nozze

Non fiori ma opere di bene, anzi soldi o meglio donazioni perché, si sa, le parole sono importanti, soprattutto se di mezzo c'è un matrimonio d'affari con tutti i suoi importantissimi costi. Amanda Knox e il suo futuro marito, Chris Robinson, lanciano una raccolta fondi per poter pagare proprio il loro giorno più bello, con un sito ad hoc KnoxRobison.com in cui la coppia si racconta come una galassia e soprattutto spiega il perché di questa richiesta. Non ci aspettavamo di pianificare il matrimonio e il primo viaggio di ritorno in Italia di Amanda, allo stesso tempo. Ma quando l’Italy Innocence Project ha invitato Amanda non potevamo lasciarci sfuggire l'occasione e abbiamo speso i nostri fondi per il matrimonio in questo viaggio. E si sa, in tempi di crisi bisogna fare di necessità virtù. Le donazioni richieste da Amanda e Chris che si definiscono Providers of Sandury arts and entertainment ovvero fornitori di arti e spettacoli variano da 25 a 10.000 dollari e si articolano in tutti gli ambiti di una festa di matrimonio che si rispetti. Dal parrucchiere per ospiti e sposa ai dessert, dalle baby sitter per i figli dei presenti, ai costumi per il party fino alle luci e alla band che suonerà a questo evento che dalle parole della coppia, diventerà una vera e propria produzione. A chi deciderà di sostenere questo appuntamento, che già fa molto discutere in regalo una copia del libro di poesie d'amore scritto per la coppia che però sarà disponibile soltanto da febbraio 2020, insomma, giusto in tempo per raccogliere tutti i fondi necessari per la festa dell'anno, la cui scadenza è prevista proprio per circa sette mesi, quindi febbraio, sposarsi e inviare a chi ha contribuito la meritata ricompensa perché nulla deve essere lasciato al caso, soprattutto il giorno del proprio matrimonio.


  • TAG