Buonconvento, la località che ospiterà gli Obama

“L’Italia, per noi smorti stranieri, è una parola magica”, scriveva l’autore di Ritratto di signora Henry James. E anche se Barack e Michelle Obama proprio smorti non sono, condividono da tempi non sospetti la passione per il nostro Paese e in particolar modo per la Toscana. Se zoomiamo ancora, costituisce il cuore di questa ancestrale attrazione per tutti gli americani il senese. Elegante ed esclusivo, Borgo Finocchieto, ed è qui che dovrebbe arrivare la coppia ex presidenziale. Va da sé che tra i tanti benefit c’è anche la riservatezza. “Né stasera né domani né dopodomani. Noi abbiamo un gruppo di signori americani…”, che però non hanno niente a che fare, continua il gentile gestore. Un borgo in rovina restaurato dall’ambasciatore Phillips, che cercavo una villa e si è comprato un paese intero, ha riportato il New York Times. Qui hanno soggiornato i Kennedy e i fondatori di Google, tariffa dai 16.000 ai 19.000 euro a notte, minimo tre, per tutte le ventidue stanze. Non cercate qui una doppia standard. Giustamente orgoglioso della prossima visita il sindaco di Buonconvento, che già sta pensando agli omaggi. La concorrenza tra Montalcino, Montepulciano e San Gimignano non manca, ed è per questo che, come forse ci hanno insegnato gli americani, la pubblicità non è mai troppo. “Specie per un paese come questo, che ormai vive prevalentemente sulle attività recettive e sulle attività legate comunque al turismo”.


  • TAG
Autoplay