Coronavirus, superati i 2000 morti

19 feb 2020

Superati i 2000 morti, confermati oltre 75000 contagi, ma ci sono quasi 15000 pazienti dimessi e guariti. Il bollettino della Commissione medica cinese aggiorna i dati dal fronte di lotta della Sindrome respiratoria Covid-19, scatenata dal SARS Cov-2, il coronavirus in Cina. Si aggiunge un giorno alla sequenza di morti e contagi in calo. Un dato su tutti apre a nuovi spiragli: quasi 15 mila contagiati e malati sono guariti e proprio grazie alle donazioni di sangue di chi ha sconfitto la malattia. Risultati promettenti per i pazienti più critici. Le conferme di terapie efficaci arrivano da autorevoli scienziati cinesi sulla base dei casi risolti. La terapia al plasma, ha ricordato Nanshan, è stata utilizzata anche per trattare l'influenza aviaria. Dieci pazienti con coronavirus a Wuhan sono stati curati con questo trattamento e sei di loro stanno bene. La quarantena, estesa a 60 milioni di cittadini, severa, con il divieto di uscire di casa, l'uso di droni per disinfettare le città, robot per misurare la febbre nei luoghi pubblici e un grande sistema informatico Big data che traccia i nuovi casi e permette la consultazione pubblica per capire se si è stati in luoghi o si è frequentato persone a rischio, resta la misura più adeguata. I metodi drastici cinesi sono stati lodati dall'Organizzazione mondiale della sanità, che ribadisce: “Le limitazioni al movimento hanno aiutato”. Ma gli esperti mettono in guardia “Il peggio non è ancora passato” e in The Lancet l'articolo spazza via polemiche e fake news: “SARS CoV-2 non è un prodotto da laboratorio”. L'autorevole rivista medica in una dichiarazione sottoscritta dal Comitato scientifico si oppone fermamente alle teorie complottistiche che vorrebbero il nuovo coronavirus creato in laboratorio.

pubblicità