Oms, dati ultime 4 settimane peggio del totale in 6 mesi

21 nov 2020

La seconda ondata è severa, più severa della prima, in base ai dati sul contagio e sulle morti nel globo, avverte l'organizzazione mondiale della sanità, abbiamo più casi di covid 19 nelle ultime 4 settimane che nei primi 6 mesi della pandemia, in Europa, Nord America e gli ospedali e le unità di terapia intensiva si stanno riempiendo o sono piene, ha detto Tedros Adhanom Ghebreyesus, il quadro a tinte fosche tratteggiato dal direttore generale dell'OMS non trascura i punti luce derivanti dalle sperimentazioni sui vaccini. Inoltre i dati raccolti dalla comunità scientifica internazionale, attestano che è improbabile contrarre due volte il virus per almeno 6 mesi. Il sistema immunitario memorizza gli anticorpi e questo fa ben sperare in un'immunità di lunga durata. Le misure restrittive e il tracciamento per contenere la diffusione della pandemia restano ancora la miglior arma, in Italia come nel resto del mondo. In Messico, 100000 decessi confermati e oltre un milione di positivi, sono stati attivate postazioni mobili di tamponi rapidi. Prorogato lo stato di emergenza in Portogallo con coprifuoco notturno e lock down nel fine settimana. In Francia, Spagna e Regno Unito le restrizioni introdotte nelle scorse settimane danno i primi segni di stabilizzazione nella progressione del contagio. All'America il primato del Paese più colpito con previsioni drammatiche, secondo uno studio dell'istituto di medicina dell'università di Washington, quasi 500000 persone moriranno per covid 19 entro il 1° marzo del 2021. E se l'amministrazione federale non attiverà serie misure di allontanamento sociale e contenimento del contagio, il bilancio potrebbe arrivare a superare i 600000 morti entro il 1° marzo del 2021.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.