Sisma Egeo, colpite Grecia e Turchia: morti e feriti

30 ott 2020

Sono le 13:15, ora italiana, quando la terra inizia a tremare a Samo, isola greca dell'Egeo sud-orientale. La gente si riversa in strada in preda al panico. La scossa di 45 secondi viene avvertita ad Atene, nelle altre isole dell'arcipelago del Dodecanneso, a Creta, nelle città turche di Smirne, Izmir, e Bursa. Trema anche Istanbul. Poco dopo arriva l'annuncio: “Sta per arrivare un'onda anomala, uno tsunami che si scontrerà sulle città della costa turca.” L'epicentro della scossa di magnitudo 6.6 Richter è localizzato qualche chilometro a Nord, al largo dell'isola di Samo, ma le conseguenze peggiori si hanno soprattutto in Turchia perché, se è vero che nell'isola la situazione viene descritta come caotica, anche a causa del mini tsunami, con onde di circa un metro che hanno inondato le strade e travolto i negozi, è a Smirne e in altre città costiere che si sono verificati i crolli maggiori e diverse persone sono finite sotto le macerie, anche se cominciano a giungere notizie di decessi anche in Grecia. Il Presidente turco ha lanciato un appello a tutte le forze per fronteggiare anche questa emergenza in un Paese già colpito dal Covid. In Turchia i contagiati sono circa 2 mila, ben lontani dai record europei, ma i morti quotidiani circa 650. L'unica notizia positiva è che, a causa della tragedia, Atene e Ankara hanno abbandonato i comunicati a son di minacce a seguito della tensione sui giacimenti gas nel Mediterraneoorientale. Subito dopo il sisma, il Premier greco Kyriakos Mitsotakis ha chiamato il Presidente turco Recep Tayyp Erdogan per porgergli le condoglianze per le vittime. L'occasione è anche per promettersi aiuti reciproci.

pubblicità

Se clicchi OK acconsenti all'uso da parte di Sky dei cookie tecnici, analitici, di profilazione di prima e terza parte, che sono usati per capire i contenuti che ti interessano e inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più sui cookie e decidere se acconsentire oppure no a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui la nostra Cookie Policy. Per leggere l'Informativa Privacy clicca qui.