Morte di George Floyd, le reazioni delle star sui social

28 mag 2020

“Non posso respirare” le ultime parole dell'afro-americano George Floyd, deceduto durante un controllo della polizia di Minneapolis, sono diventate lo slogan di una protesta che ha preso voce e forza sui social media, coinvolgendo attori, registi, cantanti, mondo dello show e dello sport. LeBron James, il numero 23 dei Lakers, pubblica sul suo profilo la foto dell'agente di polizia che con il ginocchio preme sul collo dell'uomo e quella del giocatore di football, Colin Kaepernick, che si inginocchiò per protesta contro il razzismo negli Stati Uniti durante l'inno americano, accompagnando le immagini con le parole. “Lo capite adesso o non è ancora chiaro?” La stessa foto è stata scelta da Jamie Fox. Dopo qualche ora il giocatore Dell’MBE posta un'altra immagine, quella della maglietta indossata nel 2014 all'indomani della morte di Eric Garner. Anche allora l'uomo utilizzò le stesse parole di Floyd. Madonna, in un lungo post su Instagram commenta “Questo poliziotto sapeva di essere ripreso e ha ucciso con arroganza e orgoglio. Finché ci sarà razzismo in America, a nessuno dovrebbe essere consentito di portare una pistola, men che meno i poliziotti. L’ho detto non mi interessa il politically correct, ma la giustizia.” Per Justin Bieber il razzismo è malvagio, “dobbiamo alzare la voce”. Della stessa Opinione Cardi B che scrive, “Gli Usa non sono la terra della libertà” la super top, Naomi Campbell, riporta le parole sofferenti di Floyd, e conclude “Sono stanca di essere triste per le nostre persone che muoiono senza motivo. Sembra che questo coronavirus abbia portato ancora più razzismo” Non sono diverse le reazioni in Italia, se Giorgia chiede giustizia per George Floyd, Stefano Accorsi, esprime dolore per quanto accaduto e spera che mai più possa succedere.

pubblicità
pubblicità
I podcast di Sky TG24
I podcast di Sky TG24I podcast di Sky TG24
Ascolta e segui i podcast di Sky TG24: cultura, arte, informatica, scienza e tanti altri temi raccontati dalle voci dei giornalisti di Sky TG24
Scopri tutti i podcast